Un volontariato pronto e attivo, che grazie all’impegno di 400 volontari e dei quasi 7200 soci, offre alla collettività un contributo del valore di quasi 2 milioni di euro.

Empoli 30.05.2024- È un bilancio decisamente positivo quello presentato ieri sera, mercoledì 29 maggio 2024, dalla Misericordia di Empoli nella sua storica sede di via Cavour 32 a Empoli. Nel resoconto sociale dell’anno 2023, rispetto al 2022, aumentano i volontari che passano da 375 a 401, i soci erano 6.972 e raggiungono quota 7.185, e le ore di lavoro totali da 104mila superano quota 109mila con un valore riversato sulla collettività che sfiora i 2 milioni di euro.

Un lavoro di amore, impegno e dedizione che ha portato i volontari e i confratelli dell’Arciconfraternita empolese come sempre al fianco degli ultimi, per dare supporto e sostegno, sia durante le quotidiane difficoltà che i più vulnerabili e fragili devono affrontare, sia portando aiuto nelle emergenze come in Emilia-Romagna e poi nella nostra Toscana martoriata dal maltempo nel novembre 2023. Un impegno e un lavoro silenzioso che la Misericordia riversa sul territorio grazie alle tante attività socio-sanitarie e di solidarietà di cui si fa portavoce, seguendo il modus operandi che guida l’Arciconfraternita da secoli, ovvero il “farsi prossimo” agli altri con gratuità e attuando le opere di Misericordia spirituali e corporali.

Azioni e servizi concreti che si raccontano attraverso le tante pagine del Bilancio Sociale 2023: un modo per conoscere gli obiettivi raggiunti nell’anno, attraverso numeri significativi che raccontano di persone e di una squadra, quella giallociano, dove non mancano mai generosità, gentilezza e coraggio.

Nel 2023 la Misericordia di Empoli attraverso il centro Emmaus-Casa Albergo ha ospitato 323 persone con 8.146 giorni di permanenza, alla mensa popolare sono stati distribuiti 26.113 pasti, erano 16.884 nel 2022. Il servizio per le attività di soccorso e di trasporto socio-sanitario ha risposto a 4.481 emergenze, impiegando 259 volontari e 82.312 ore di servizio. La Centrale operativa, il cuore di tutti i servizi di trasporto socio-sanitari della Misericordia, dove confluiscono le richieste della cittadinanza e del 118 per le emergenze, ha gestito una media di 500 chiamate al giorno per attività di trasporto, telesoccorso, assistenza infermieristica, assistenza domiciliare coprendo 201.343 chiamate. Inoltre il gruppo Protezione Civile della Misericordia di Empoli, una delle realtà operative di maggiore specializzazione nel campo sanitario in tutta l’area Empolese-Valdelsa, ha portato supporto in 4 emergenze percorrendo 7.694 km con 97 volontari e prestando 7.980 ore di servizio. La Misericordia di Empoli offre anche supporto per la salute dei cittadini con una rete di ambulatori di prossimità per visite mediche o esami strumentali: nel 2023 ben 10.500 pazienti hanno trovato qui una risposta ai loro bisogni sanitari, e dal luglio 2023 è stato introdotto anche il nuovo Punto prelievi dove hanno fatto accesso 4.819 pazienti.

Il 2023 ha segnato anche la prima edizione di We Care Empoli, una grande serata di beneficenza, a sostegno dell’Emporio Solidale, che si è tenuta in Piazza Farinata degli Uberti lo scorso 21 settembre: un progetto solidale che sarà replicato per dare forza e sostegno economico a un’altra delle tante attività dell’Arciconfraternita.

Durante la serata di presentazione del Bilancio Sociale 2023 il Governatore Pier Luigi Ciari ha parlato del ruolo delle organizzazioni del Terzo settore alla luce della riforma del 2017, sottolineando anche la tendenza, evidenziata dall’Istat, di una progressiva perdita di coloro che scelgono di impegnarsi come volontari: “Il volontariato ha una missione suprema ovvero diffondere nella società il principio del dono come gratuità. Si tratta di un’opera svolta in silenzio da tutti i volontari senza mai risparmiarsi. Come organizzazione abbiamo un potere rivoluzionario, produciamo un mondo di bene senza fine di lucro, un valore fondamentale per la nostra società che è il bene degli altri”.

L’assemblea per l’approvazione del bilancio è stata anche l’occasione per la presentazione alla cittadinanza, e la benedizione, di quattro nuovi mezzi a disposizione della Misericordia: due pulmini, un’ambulanza e un furgoncino coibentato per il trasporto di alimenti e pasti freschi. Il camioncino è stato acquistato grazie alla generosità di tutti coloro che hanno partecipato alla raccolta fondi “Freschissimo” e che hanno contribuito a raggiungere quota 10mila euro, cifra che grazie al bando “Social Crowdfunders” all’interno del progetto Siamosolidali della Fondazione CR Firenze, è stata raddoppiata dall’Ente permettendo così di raggiungere la somma necessaria all’acquisto.

“Le pagine del Bilancio Sociale – sottolinea il Provveditore della Misericordia di Empoli Gionata Fatichenti – raccontano lo straordinario impegno di tutti noi a servizio della nostra comunità. Ho ben in mente le vostre divise sporche di fango nell’emergenza maltempo, così come l’impegno costante nell’aiuto agli indigenti nel centro ascolto antiusura e microcredito, nell’emergenza abitativa e nel supporto incondizionato in ogni difficoltà. Grande disponibilità, ma soprattutto tanta capacità e preparazione per essere pronti alla coraggiosa esperienza del servizio. Un ringraziamento va a tutti i volontari e i professionisti che con i loro sforzi hanno consentito di non lasciare nessuno solo, e condivido con tutti voi l’orgoglio di appartenere a una comunità che sa stringersi e sostenersi grazie ai valori della fratellanza e della carità, perché, prendendo in prestito le parole del Santo Padre, La vita non serve se non si serve”.

Dal punto di vista economico la Misericordia di Empoli nel 2023 ha portato avanti il percorso intrapreso con il rinnovo del Magistrato, con l’efficientamento dell’organizzazione, il monitoraggio dei costi, la riduzione dei debiti e il riequilibrio della posizione debitoria verso il sistema bancario. Il totale dei ricavi è stato di 3,9 milioni con un margine operativo di oltre 1 milione di euro a cui vanno sottratti costi generali per 625mila euro, ammortamenti per 250mila euro, oneri finanziari per 140mila euro e imposte per 55mila euro, nonché aggiunti contributi per 65mila euro.

Il 2023 è stato un anno significativo anche per la Fondazione Vincenzo Chiarugi della Misericordia di Empoli, caratterizzato da un forte spirito di rinnovamento, sostenibilità e inclusione. Sono infatti iniziati i lavori di ammodernamento della RSA (Residenza Sanitaria Assistenziale), che entro il 2025 conferiranno una nuova immagine alla struttura, da sempre eccellenza nell’assistenza agli anziani, ai malati di Alzheimer e alle persone non autosufficienti. La Fondazione Chiarugi nel 2023 ha prestato servizi e ricevuto contributi per oltre 5,2 milioni di euro.